• 03-AUG-2018

Goodyear testerà nella Stazione Spaziale Internazionale i materiali che compongono i pneumatici

--La scienza dei materiali ricopre un ruolo fondamentale nella ricerca e nello sviluppo dei pneumatici

--Un progetto di scoperte scientifiche per valutare strutture molecolari della silice non disponibili sulla Terra

--I risultati potranno contribuire a fornire ulteriori opportunità per migliorare potenzialmente l’efficienza dei consumi di carburante e la trazione

The Goodyear Tire & Rubber Company ha in programma di testare alcuni componenti dei pneumatici nello spazio, nell’ambito di un progetto del Laboratorio Nazionale Statunitense della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con un esperimento che dovrebbe essere lanciato nei prossimi mesi.

Nelle condizioni di microgravità della stazione spaziale, Goodyear studierà la formazione delle particelle di silice, un materiale abitualmente usato nei pneumatici vettura. L’obiettivo è quello di permettere a ingegneri e scienziati di Goodyear di capire se valga la pena effettuare ulteriori studi di forme uniche di silice precipitata nei pneumatici.  

“Goodyear è stata pioniera nell’innovazione dei pneumatici in ambito spaziale, avendo realizzato il primo e unico pneumatico che sia mai andato sulla Luna, numerosi progetti con la NASA e ora questa nuova iniziativa che conferma il nostro desiderio di spingerci fino agli estremi confini della Terra – e persino oltre – per sviluppare nuove tecnologie che ci aiutino ad offrire prodotti rivoluzionari con un reale vantaggio per i nostri clienti,” dichiara Eric Mizner, Goodyear Director of Global Materials Science.

Questo annuncio da parte di Goodyear è avvenuto durante la ISS Research and Development Conference che si è tenuta a San Francisco.

Recenti esperimenti universitari in condizioni di microgravità hanno dimostrato l’abilità di generare morfologie uniche che potrebbero avere un potenziale nel fornire prodotti in grado di offrire prestazioni più alte. Se questa ricerca di Goodyear a bordo del laboratorio Nazionale Statunitense ISS dovesse portare a una scoperta rivoluzionaria, potrebbe fornire miglioramenti nell’efficienza dei consumi di carburante e in altre prestazioni.

La valutazione nello Spazio viene condotta attraverso un accordo con il Centro per l’Avanzamento delle Scienze nello Spazio (CASIS), l’organizzazione che ha ricevuto dalla NASA il compito di gestire il Laboratorio Nazionale statunitense ISS.

“Il Laboratorio Nazionale ISS può fornire alle aziende e ai ricercatori opportunità di valutare i materiali che compongono i loro prodotti in modi che prima non erano possibili,” afferma il CASIS Director of Commercial Innovation, Cynthia Bouthot. “L’annuncio di Goodyear di avviare una sua ricerca nella stazione spaziale è un’ulteriore dimostrazione che le aziende pensano in modo creativo per migliorare le loro linee di prodotti e allo stesso tempo migliorarne l’impatto sul nostro pianeta.”

Per saperne di più sulle caratteristiche del Laboratorio Nazionale Statunitense dell’ISS, comprese le iniziative di ricerca precedenti e le attrezzature disponibili in orbita, visitare il sito www.spacestationresearch.com

Goodyear:

Goodyear è una delle principali aziende costruttrici di pneumatici del mondo. Ha un organico di circa 64.000 dipendenti e fabbrica i suoi prodotti in 48 stabilimenti in 22 paesi del mondo. I suoi due Centri di Innovazione, ad Akron, nello Stato dell’Ohio (USA), e a Colmar-Berg, in Lussemburgo, si impegnano per sviluppare prodotti e servizi all'avanguardia, che costituiscono un punto di riferimento per l’industria in termini di prestazioni e tecnologie. Per maggiori informazioni su Goodyear e i suoi prodotti, visitare il sito www.goodyear.com/corporate.

CASIS: Il Centro per l’Avanzamento della Scienza nello Spazio (CASIS) è un’organizzazione senza scopo di lucro scelta per gestire il Laboratorio Nazionale statunitense ISS con l’obiettivo specifico di avviare una nuova era di ricerche spaziali per migliorare la vita sulla Terra. In questo ruolo innovativo, CASIS promuove e fa da intermediario in varie serie di ricerche sulle scienza della vita, le scienze fisiche, il telerilevamento, lo sviluppo tecnologico e l’istruzione. Dal 2011, il portafoglio del Laboratorio Nazionale statunitense ISS comprende centinaia di progetti di ricerca innovativi che riguardano molteplici discipline scientifiche, tutti con l’intenzione di offrire dei benefici alla vita sulla Terra. Lavorando insieme alla NASA, il CASIS punta a far progredire la leadership statunitense nello spazio commerciale, a perseguire attivamente scienze rivoluzionarie che non sono possibili sulla Terra e a sfruttare la stazione spaziale per ispirare le prossime generazioni.

Il Laboratorio Nazionale Statunitense ISS: Nel 2005, il Congresso ha indicato che la parte statunitense della stazione spaziale è il nuovissimo laboratorio nazionale del Paese, per massimizzarne il suo utilizzo al fine di migliorare la vita sulla Terra, promuovere la collaborazione tra i diversi utenti e far avanzare l’istruzione nelle quattro discipline STEM (scienza, tecnologia, ingegneria, matematica). Questo esclusivo ambiente del laboratorio può essere utilizzato da altre agenzie governative statunitensi e da istituzioni universitarie e private, perché fornisce l’accesso a un ambiente di microgravità permanente, un vantaggio in orbita terrestre bassa, e a vari ambienti dello spazio.